Archivio blog

mercoledì 22 agosto 2012

Amelia Earhart, un coraggio da Leone.

                                 
                                  
Protagonista di un film recentemente trasmesso in Tv è Amelia Earhart celebre aviatrice americana dei primi anni dello scorso secolo. Parliamo di un leone con sole e mercurio in quarta casa, ascendente toro e uno stellium in seconda casa in gemelli composto da luna, plutone, venere e nettuno quadrato a giove/marte in vergine in casa quinta.
La quarta casa ci indica l’importanza delle radici familiari; Amelia proviene da famiglia molto agiata ed è proprio il padre che nel 1920 la conduce ad un raduno aereo dove ella scopre la passione per il volo. Giove in vergine di transito si congiungeva a marte/giove radix in casa quinta e nettuno transitava in congiunzione a mercurio e al nodo sud in leone.
Di grande importanza nel tema è l’asse dei nodi i cui transiti segnano le tappe della vita dell’aviatrice: il nodo nord in aquario casa decima indica l’aspirazione a volare (urano signore dell’aquario nel mito è dio del cielo) sia in senso fisico, sia a livello spirituale e di impegno nel sociale.
Amelia infatti è una donna molto indipendente che già negli anni ’20 lotta per la parità dei diritti con l’uomo.
Il segno solare leone sede anche del nodo sud ci parla del coraggio con cui affronta le sue imprese; l’orgoglio che caratterizza i nativi la porta a voler dimostrare al mondo le proprie capacità affrontando da sola nel 1928 la trasvolata dell’Atlantico (il nodo nordo transita in gemelli in congiunzione col suo stellium radix) sostenuta e finanziata da George Putnam famoso editore newyorkese che sposerà nel 1931.
Amelia possiede anche un ascendente toro governato da venere in gemelli in casa seconda; la concretezza non le manca e utilizza sapientemente la propria immagine di donna vincente per reclamizzare prodotti in modo da finanziare le sue imprese di volo.
Viene anche assunta dall’allora nascente compagnia aerea TWA in qualità di assistente con l’incarico di attirare le donne come passeggere.
Dopo il matrimonio inizia ad elaborare il progetto di un giro del mondo da sola con l’aiuto di un esperto navigatore.
La partenza avviene il 1 giugno 1937, Amelia giunge in Nuova Guinea avendo percorso 22.000 miglia; ne mancano 7000 alla conclusione dl viaggio.
Alla mezzanotte del 2 luglio insieme al suo copilota Amelia riprende il volo verso la piccolissima isola di Howland dove dovrebbe rifornirsi di carburante. E’ già sofferente a causa della dissenteria e il navigatore forse a causa del maltempo, non riesce ad individuare l’isola. L’aereo perde i contatti con la guardia costiera dopo aver comunicato che il carburante è alla fine. Inutili le ricerche del relitto in mare.
Quel giorno nettuno transitava in sesta casa a 16° di vergine quadrando il suo stellium in gemelli in seconda. Probabilmente nettuno è coinvolto nella perdita della lucidità mentale e fisica a causa della dissenteria e può essere simbolicamente letto come “sparizione in mare”.
Il nodo nord transitava a 16° gradi di sagittario in casa ottava opposizione sempre allo stellium in gemelli (il suo destino?)
L’asse gemelli/sagittario simboleggia il viaggio e il compimento di un percorso iniziato con la prima trasvolata atlantica.
Il coraggio, la temerarietà e lo sprezzo del pericolo sono tipiche caratteristiche di un leone con giove e marte in quinta casa.
Amelia non voleva legami (saturno e urano retrogradi in settima casa in scorpione) e accettò di sposare George solo a condizione che le lasciasse piena libertà di compiere le sue imprese.
“Il coraggio” diceva “è il prezzo che la vita esige per garantirci la pace interiore, l’anima che non sa questo non sa liberarsi dalle piccole cose”.
 Voleva fare della propria vita una grandiosa avventura e ci è riuscita pienamente.

Ilaria C.  Annaluce M.

Follow by Email

Translate