Archivio blog

domenica 20 luglio 2014

Josef Mengele "L'angelo della morte"





Josef Mengele nasce sotto il segno dei pesci con ascendente cancro, mercurio nel segno solare, venere in ariete opposta alla luna in bilancia, marte in acquario.
La sua infanzia è totalmente dominata dalla severa figura materna cattolica molto osservante: il sole è in decima casa legata alla madre, l'ascendente in cancro governato dalla luna bilancia in casa quarta a riprova della onnipresenza della figura materna che sostituisce il padre spesso assente per lavoro nell'educazione di Josef. Mengele è primogenito di 3 fratelli e fin da piccolo si sente investito del compito di soddisfare le aspettative genitoriali diventando un grande ricercatore.
Anche il padre inventore di macchine agricole e titolare di un'azienda di successo è una persona autoritaria: il sole è perfettamente quadrato a plutone in casa 12. Josef deve fare i conti con una brama di potere inconscia difficile da gestire ereditata dal lato paterno che ha attraversato diverse generazioni come solitamente avviene quando plutone pianeta transpersonale va a collocarsi in casa 12. A ciò si aggiunge l'inquietante presenza di marte in acquario in ottava quadrato a saturno che rende difficilissima l'espressione della propria volontà subordinandola alla gestione di tutte le problematiche relative al potere.
Come molti pesci con valori acquario Mengele è attratto dalla ricerca e dalla medicina e, dopo aver conseguito due lauree, si mette al servizio delle SS per condurre studi sulla superiorità della razza ariana. In particolare è interessato alle ricerche sui gemelli identici.
Possiamo supporre che in lui si celi un grave problema d'identità. Nettuno retrogrado in prima casa congiunto all'ascendente cancro nonchè governatore del sole indica che Josef non è mai riuscito a separarsi dalla propria madre nè a crearsi una personalità autonoma. In lui è presente un'attrazione oscura nei confronti di tutte le persone "doppie". Nel campo di Auschwitz in qualità di ricercatore Mengele dà sfogo probabilmente al proprio bisogno di differenziazione compiendo atroci esperimenti sui gemelli che spesso li conducono alla morte.
Giove in scorpione in quinta casa trigono al sole amplifica il suo lato sadico nonchè il bisogno di fare esperienze approfondite sulle origini di queste identità doppie. Nel tema natale campeggia un grande trigono d'acqua (nettuno/giove/ sole-mercurio) che coinvolge le due case dell'identità e la decima. Eppure non vi è traccia in lui di empatia non solo a causa della lesione della rigida luna d'aria quadrata a nettuno, ma anche, a nostro avviso, per la mancanza di un'identità definita, di un io in grado di discriminare, di scegliere liberamente e soprattutto di "partecipare" all'altrui sofferenza.
E' possibile che Josef abbia incarnato come sostengono gli storici il "demone " nazista?  Certamente sì . Come tutti i nettuniani Mengele è totalmente immerso nello spirito dei tempi in cui vive e il rapporto problematico con il potere e l'autorità completa l'opera..
Nella vita privata Josef ama una sola donna per di più con origini non del tutto ariane e la sposa contro la volontà dei genitori (urano in settima). Il matrimonio dura finchè lui, scampato alla cattura, decide di trasferirsi in sud america.
Qui vive da fuggitivo fino al 1979 anno della sua morte avvenuta per annegamento in mare in seguito ad un malore. Simbolicamente Mengele fa ritorno a quell'oceano indistinto ( nettuno )dal quale forse non era mai riuscito ad emergere.

Follow by Email

Translate