giovedì 11 gennaio 2018

Il Tallio, veleno silenzioso. Riflessioni sul tema di Mattia del Zotto.



Lo scorso dicembre Mattia del Zotto è stato arrestato dopo aver confessato l'omicidio della zia e dei nonni con avvelenamento da Tallio un veleno potentissimo già noto nei gialli della scrittrice Agatha Christie. 
Parliamo di una vergine, ascendente leone, luna leone. 
Un ragazzo che non usciva di casa da due anni trascorrendo le giornate davanti al computer. Persino i pasti sembra venissero serviti in camera. I familiari purtroppo hanno sottovalutato il suo disagio profondo.
Il sole in vergine con mercurio e venere sicuramente predispone a essere precisi e ossessivi anche nei pensieri. L'ascendente leone esprime un imperioso bisogno di visibilità e di unicità amplificato da luna/giove nel segno. Come poteva rendersi protagonista un ragazzo disoccupato e con vita sociale azzerata? Nel tema campeggia uno Yod (urano/marte/ luna -giove) una configurazione poco studiata ma estremamente potente. Il punto focale è urano/nettuno/plutone in quinta casa che rappresenta l'identità. Questo ragazzo ha bisogno di esprimersi ad ogni costo. Il passaggio di plutone sullo yod deve aver cominciato a muovere questa esigenza in maniera priva di controllo.
L'asse quinta-undicesima governa anche l'equilibrio mentale che è saltato oltrepassando ogni limite.
Marte coinvolto nello yod lo ha spinto a passare all'azione. Non dimentichiamo che Plutone si trova sul discendente e denota un retaggio di aggressività trattenuta ( scorpione) a livello della famiglia di origine.

Follow by Email

Translate