Archivio blog

sabato 18 agosto 2012

La croce di Fini

Gianfranco Fini

Tema natale

                                              
Uno sguardo al tema natale di Gianfranco Fini e alla configurazione detta “grande croce” in esso presente.
Capricorno ascendente Leone, luna in ariete congiunta a giove opposta allo stellium saturno,nettunoe marte in bilancia, in quadratura a loro volta a urano cancro opposto al sole sull’asse quinta/undicesima.
Sole capricorno in quinta casa dunque, bisognoso di trovare un’identità attraverso azioni concrete che lascino un impronta personale nel mondo. Anche il MC è in un segno di terra il toro.
Famiglia borghese, diploma magistrale, laurea in pedagogia, Fini insegna per un brevissimo periodo prima di entrare in politica nel Msi.
Nel tema troviamo ben 5 pianeti in fuoco ( luna,mercurio,venere,giove, plutone) oltre all’ascendente leone.
La combinazione terra/fuoco è tra le più feconde in termini di successo mondano poiché la terra circoscrive e dirige i sogni, le aspirazioni e le intuizioni del fuoco costituendo un valido supporto alla loro realizzazione.
La grande croce o grande quadrato si sviluppa nei segni cardinali (ariete,bilancia, cancro, capricorno),aumentando notevolmente la capacità di intraprendere strade nuove che portino a risultati tangibili.
Nel 1976 Fini diventa “delfino in pectore” di Giorgio Almirante. Giove in toro si congiungeva al suo Mc, urano in scorpione formava un sestile al sole radix stimolando i cambiamenti, mentre plutone in bilancia quadrava il sole segno che il ruolo di Delfino gli stava già un po’ stretto.
Nel 1995 la svolta di Fiuggi, Fini fonda Alleanza Nazionale prendendo le distanze dalla destra tradizionale e alleandosi con Silvio Berlusconi nel cosiddetto Polo delle libertà.
Qui giove e plutone transitavano in sagittario congiunti a venere natale e in trigono a luna e giove radix in ariete. Il transito plutone/luna ha stimolato l’intuizione e la creatività nonché l’ambizione di fondare un partito tutto nuovo. Negli anni successivi tuttavia Fini  si trova di nuovo investito del ruolo di Delfino: molti pensano che sarà lui a succedere a Berlusconi al governo del paese e a capo di quello che nel frattempo è divenuto il Pdl.
Nel settembre 2010 mentre Fini è presidente della Camera dei deputati la svolta: Fini ormai in aperto conflitto con Berlusconi lascia il Pdl per fondare “Futuro e libertà” con alcuni fedelissimi.
E’ proprio in questo periodo che si va formando astrologicamente una croce cardinale celeste che “attiva” quella già presente nel tema natale di Fini.
Saturno transita in bilancia congiunto al suo stellium (saturno, marte e nettuno radix), giove transita in ariete congiunto a giove e luna radix.
L’energia contenuta nella croce cardinale si sta attivando e porta con sé cambiamenti inevitabili.
Scoppia anche lo scandalo della casa di Montecarlo frutto di un lascito ereditario al partito e forse acquisita dal cognato di Fini.
Nonostante l’archiviazione della sua posizione da parte della magistratura, l’immagine del Presidente comincia ad appannarsi e il suo nuovo movimento perde uomini e consensi.
Plutone in capricorno e urano in ariete di transito completano la croce celeste di questi ultimi anni che ha coinvolto tutti i nati nei segni cardinali.
In particolare plutone si congiungerà al sole di Fini fra il 2013 e il 2014.
Urano in ariete transita invece proprio in questo periodo sulla sua luna e su giove e ancora una volta il Presidente è sotto i riflettori dal 12 agosto per la questione delle vacanze pagate alle guardie del corpo con denaro pubblico.
Se consideriamo il nodo nord in pesci in settima casa che transitava congiunto al sole radix proprio al momento dell’uscita dal Pdl possiamo pensare che egli debba ancora compiere un passo importante verso l’uso non egoistico e materiale delle proprie capacità per riscoprire il vero valore della politica e cioè l’impegno per il bene comune.
L’asse dei nodi vergine/pesci è un asse di servizio e anche il suo plutone in 12 va nella direzione di un uso del potere non a scopi personali.
Il grande potenziale racchiuso nella croce cardinale sembra essere momentaneamente esaurito in attesa che Fini riscopra nuove direzioni e nuove motivazioni. Ce la farà? Le elezioni del 2013 sembrano troppo vicine perché egli possa “ritararsi”, ma staremo a vedere.

Ilaria C. e Annaluce M.

Follow by Email

Translate