Archivio blog

sabato 1 settembre 2012

Cardinale Carlo Maria Martini una fede illuminata




Il 31 agosto di quest'anno è venuto a mancare Carlo Maria Martini, afflitto da tempo dal morbo di Parkinson. E' un aquario ascendente bilancia sole in casa IV opposto a luna/nettuno leone in casa X.
Possiede un poderoso stellium in pesci (giove, mercurio, venere, urano) in 5 casa.
Marte toro in casa 8 è "pianeta focale" di una quadratura a T che coinvolge sole e luna/nettuno.
Nasce a Torino da famiglia borghese e all'età di 12 anni (primo ritorno di Giove) frequentando le biblioteche torinesi comincia a sviluppare un grande interesse per la Bibbia. A 17 anni entra nella Compagnia di Gesù e il 13 luglio 1952 viene ordinato sacerdote:
Urano maestro del sole è in cancro congiunto a plutone e trigono allo stellium in pesci. Plutone transita in leone congiunto a luna/nettuno radix e infine il nodo nord transita in esatta congiunzione col sole aquario. Sicuramente il cardinale vive l'ordinazione come una svolta fondamentale della propria vita.
Ben presto si distingue per le sue doti di grande studioso e docente di teologia e nel 1979 viene nominato arcivescovo di Milano da Giovanni Paolo II.
Diviene cardinale nel 1983 e nel 2002, dopo le dimissioni da arcivescovo per raggiunti limiti di età, si trasferisce a Gerusalemme per dedicarsi agli studi biblici fino al rientro definitivo in Italia nel 2007. Uomo dal portamento distinto e quasi regale (ascendente bilancia, luna leone) Il cardinale è stato sempre attento all'essenza della parola di Dio, certo conosceva i formalismi e i rituali, ma ciò che lo attraeva era proprio la possibilità di mettere in pratica una fede illuminata e attenta alle esigenze della società.
D'altronde il compito dell'aquario è quello di essere sempre al passo con i tempi e di aprire le menti al nuovo. E' quello che Martini ha sempre cercato di fare e per qualche tempo è stato considerato il naturale successore di papa Wojtyla al soglio pontificio.
Il suo "stellium" in pesci inoltre gli conferisce una naturale attenzione verso gli ultimi, i sofferenti, i diversi, i carcerati..."avrei voluto fare molto di più " afferma " e chiedo perdono a coloro che si fossero sentiti trascurati."
La sua vita pastorale non deve essere stata indenne da conflitti vista la posizione non felice di marte toro in casa 8; probabilmente Martini ha dovuto lottare molto per affermare le sue idee progressiste (era aperto alle unioni stabili tra omosessuali e contrario all'accanimento terapeutico) e non sempre è stato apprezzato, infatti nel conclave che ha eletto papa Ratzinger nel 2005 ha ricevuto meno voti di quelli previsti.
Non abbiamo elementi certi, ma è probabile che la malattia abbia cominciato a manifestarsi con il transito di nettuno in aquario congiunto al sole radix che ha portato alla disgregazione del corpo fisico del cardinale. Nel 2008 infatti egli afferma "ora mi ritrovo a riflettere su una morte ormai imminente, mi trovo nella sala d'aspetto." 
Sappiamo che ha rifiutato l'accanimento terapeutico negli ultimi mesi pur avendo sempre seguito scrupolosamente le cure.
Al momento della morte saturno si congiungeva esattamente al suo ascendente bilancia segnando la fine della vita terrena.

Ilaria Ciarletta  Annaluce Maroncelli






Follow by Email

Translate