giovedì 11 gennaio 2018

Addio Marina Ripa Di Meana




In questi giorni ho letto commenti su questo tema sui quali non concordo appieno proprio per la qualità delle energie in gioco. Intanto parliamo di una donna del 1941 epoca in cui per farsi strada era facile utilizzare il matrimonio, ma soprattutto parliamo di una bilancia ascendente leone che mette la relazione con l'altro al primo posto nella vita anche se ha parecchie ambizioni di autonomia e grande personalità. Il modello femminile è estremamente svalutato nel tema, la luna fortemente lesa, mentre il sole bilancia indica una certa attrazione per il maschile, quasi un innamoramento nei confronti del padre. Per Marina è stato più facile identificarsi con le doti maschili quali coraggio e intraprendenza e almeno nella prima parte della vita proiettarle sui partners altolocati che ha avuto. Il grande trigono di fuoco marte/venere/plutone, l'ha resa estremamente seduttiva, quasi ammaliante, e come sappiamo le energie del grande trigono sono le doti che utilizziamo "in automatico" come doni dei quali siamo poco consapevoli. L'ultima parte della vita la vede ancora protagonista nella lunga lotta contro la malattia in cui dimostra forza e scelte molto coraggiose. Il suo sole in terza ha attraversato la vita come un turbine che ha smesso di brillare in questa vita con l'opposizione di urano tornato in moto diretto lo scorso 3 gennaio.

Follow by Email

Translate