mercoledì 31 ottobre 2012

Albert Einstein


tema natale



progressioni 1905

Figlio di Hermann e Pauline Koch famiglia di origine ebraica Albert è un pesci ascendente cancro con mercurio in ariete e luna in sagittario. Quattro pianeti abitano la X casa: Sole, mercurio/saturno e venere ariete. Giove aquario è in casa 9 e urano vergine in terza trigono a nettuno toro in casa 11.
Molte le componenti nettuniane e uraniane nel tema: giove è governato da urano in esaltazione ed entrambi sono collocati sull'asse terza-nona conoscenza-esperienza. Nettuno maestro del sole pesci è trigono a urano e la luna sagittario maestra dell'ascendente cancro è governata da un giove uraniano.
Possiamo dedurne che lo studio, la ricerca , la scoperta sono nel DNA del piccolo Albert.
Benchè dotato e brillante Einstein ha difficoltà ad adattarsi al rigido ambiente scolastico e fallisce l'ingresso al politecnico di Zurigo per insufficienza nelle materie letterarie. L'anno successivo nel 1896 riesce ad essere ammesso e completa gli studi nel 1900. Il Sole pesci è particolarmente stimolato dal sestile a marte capricorno e a plutone toro. Le energie maschili sono ottimamente dosate e consentono al giovane scienziato di non perdersi in eccessive fantasticherie nettuniane, ma di dare struttura e concretezza ai suoi progetti. Non dimentichiamo che mercurio è in un segno pionieristico (ariete) congiunto a saturno perciò l'entusiasmo e l'intuito si coniuga con la razionalità e, grazie a marte capricorno, con una eccezionale ambizione e determinazione.
Dopo il diploma Einstein comincia subito a lavorare all'ufficio brevetti di Berna in Svizzera; la svolta avviene nel 1905. Nel giro di 7 mesi Albert pubblica ben 6 lavori di cui il primo il 17 marzo riguarda la scoperta dei "fotoni".
Nel tema progresso l'ascendente è appena entrato in leone, ma quello che colpisce è la posizione di mercurio. Mercurio progresso in toro a 1°18' (in moto retrogrado) è in perfetto trigono a Urano radix (retrogrado) 1° 17' oltre che a urano progresso che si trova a 0°26'.
Questa è ciò che possiamo definire un "insight" ovvero un'improvvisa illuminazione (urano) che riesce a penetrare nella mente conscia (mercurio) portando un nuovo livello di consapevolezza. Ovviamente occorre una predisposizione che nel caso specifico troviamo nella posizione di urano radix in terza casa (la mente conscia).
Nel frattempo Albert ha stabilizzato anche la sua vita privata sposando una collega di studi serba e dando alla luce 3 figli di cui il primo nato morto.
Nel 1921 mentre Plutone transita in cancro congiunto all'ascendente Einstein ottiene il Premio Nobel per la fisica. La formula E=MC 2 è ormai famosa e, cosa più importante, le intuizioni di Einstein hanno consentito di realizzare molti strumenti che noi oggi usiamo  quotidianamente come il gps e il laser.
E quel Nettuno maestro del sole in casa 11 che ruolo svolge? E' nostra opinione che esso sia collegato più che alla scienza alla concezione filosofica dell'universo di Albert e alle sue idee politiche.
Egli vede il cosmo come un tutto governato da leggi universali (nettuno) e in campo politico si fa promotore delle idee di Gandhi sulla non-violenza contrastando l'uso delle armi atomiche.
Il 18 aprile 1955 Einstein muore a seguito di un'emorragia causata dalla rottura di un aneurisma. Il suo cervello è custodito all'ospedale di Princeton Stati Uniti dove si era dovuto trasferire anni prima per sfuggire alle leggi razziali di Hitler.
Nel 1954 scrive : "Sono appagato dal mistero dell'eternità della vita e dal barlume della meravigliosa struttura del mondo esistente, insieme al tentativo ostinato di comprendere una parte, sia pur minuscola, della Ragione che si manifesta nella Natura."
E ancora " La scienza senza religione è zoppa, la religione senza scienza è cieca".
Il suo spirito religioso (nettuno) e il suo acume scientifico (urano)  hanno  fatto di lui  il più grande uomo di scienza di tutti i tempi.

Ilaria Ciarletta    Annaluce Maroncelli


martedì 23 ottobre 2012

Nel segno dello Scorpione


                                        

La natura  ha iniziato il suo cammino verso la dissoluzione di tutto ciò che è forma e sostanza: cadono le foglie al primo freddo delle piogge autunnali. E' l'ottavo segno zodiacale, segno d'acqua fisso, che dà inizio al più misterioso e sconcertante ciclo dell'evoluzione naturale: la morte che prepara alla rinascita. Lo Scorpione dissolve la sostanza vegetale, tutto torna indefinito per prepararsi  ad una nuova vita, questo segno racchiude l'essenza del ciclo Vita-Morte-Vita. E' importante osservare il glifo del segno rappresentato da una "emme" la cui coda puntuta è rivolta verso l'alto, le prime due aste stilizzano le chele dello Scorpione, mentre l'ultima il pungiglione mortale. Lo Scorpione nel regno animale è temuto da tutti, è tra i più antichi viventi sulla terra, fugge la luce, cerca i nascondigli inaccessibili, vive una vita nascosta e aggressiva, che si esprime con l'attacco improvviso alla preda e si difende in modo violento e distruttivo, è l'unico animale che davanti al pericolo estremo è capace di procurarsi spontaneamente la morte con il proprio veleno. Il suo pianeta governatore è Plutone, il Dio degli inferi. Tradizionalmente il mito che rappresenta questo segno narra la storia di Orione. Giove insieme a Mercurio e Nettuno si presentò al re Irieo nella sua reggia di Tanagra. Gli Dei introdussero il loro seme nella pelle di un toro sacrificato ordinando a Irieo di sotterrarlo. Così nasce Orione che più tardi, divenuto cacciatore rimase vittima della propria violenta istintualità. La leggenda narra che un giorno egli, in stato di ubriachezza, violenta la sua matrigna, sposa di Euripione che per vendicarsi lo acceca. C'è una evidenza nefasta in questo mito dove vino, sesso e violenza, producono dolore e sangue che sono le tonalità negative dello Scorpione. Orione dopo aver vagato in cerca di sollievo al suo animo vendicativo e inquieto, incontra Artemide innamorata di lui che gli propone di gareggiare nella caccia. Ma Orione si getta su di lei strappandole il peplo e questo gesto irriverente comporta la vendetta degli dei i quali gli scagliano contro un grosso Scorpione che con il suo aculeo velenoso lo uccide. Giove lo trasforma poi nella  omonima costellazione. Altro elemento tipico che si evidenzia nel mito è lo spirito di vendetta, l'inganno e il delitto. Ostinazione, violenza, sono tratti caratteristici dello Scorpione che subisce tutta l'angoscia esistenziale del sentirsi vivere e agire senza potersi accettare o collocare responsabilmente nella realtà come se la sua vita fosse espressione di una energia ignota. Per affrontare il senso del proprio destino  deve affrontare il tema della morte come polo opposto, ma complementare della vita/nascita; è nel Toro quindi che trova il confronto con il tema esistenziale ed è proprio questa dualità, che provoca nello Scorpione la paura istintiva della dissoluzione della personalità che rimane sospesa, come sull'orlo di un abisso, fra la consapevolezza razionale e la spinta cieca di un istinto sfrenato e distruttivo. La dinamica interiore oscilla sempre fra vita e morte, distruzione e amore sublime. La psicologia scorpionica è vulcanica, i sentimenti sono a forti tinte privi di misura, ma nella sua tipologia  superiore l'energia è orientata verso realizzazioni nobili, artista, religioso, psicanalista, investigatore; ha una memoria prodigiosa una mente penetrante e molto lucida. Solo dopo aver rischiato di sprofondare o essere sprofondato nell'abisso dei suoi istinti più aggressivi e distruttivi lo scorpione può vedere finalmente la luce e rigenerarsi a nuova vita. E' questo il significato più profondo dell'ottavo segno: la necessità di affrontare una crisi, di passare attraverso l'inferno dei propri lati oscuri per conoscerli e dominarli orientandoli verso una funzione creativa.

Annaluce Maroncelli    Ilaria Ciarletta

sabato 20 ottobre 2012

Mercurio il mito


Salvador Dalì  "Hermes"


Mercurio è il primo dei pianeti cosiddetti personali che insieme a Venere e Marte concorrono al funzionamento dell'Io cosciente e rappresenta la funzione intellettiva.
Affinchè l'io possa percepire ciò che ha intorno e inserirsi nell'ambiente necessita di un tipo di energia affine a quella del segno solare; ecco il motivo per cui la logica zodiacale basata sui ritmi stagionali non consente che la funzione intellettiva possa trovarsi rappresentata da un segno stagionalmente distante da quello solare. Perciò se ad esempio apparteniamo al segno del capricorno mercurio potrà trovarsi soltanto in capricorno, in sagittario o in aquario.
Nel tema natale la prima volta che troviamo mercurio è in terza casa-gemelli segno del suo domicilio primario; esso è collegato alla nascita della memoria razionale che nel bambino avviene tra i due anni e mezzo e i quattro anni e coincide con l'acquisizione del controllo sui muscoli da parte del sistema nervoso che consente l'equilibrio e quindi la possibilità di muoversi autonomamente per esplorare il mondo circostante. A questa capacità si affianca anche quella della parola e della concatenazione razionale dei pensieri.
In astrologia quindi pensiero, parola, comunicazione, movimento sono strettamente collegate e riconducibili all'archetipo di mercurio.
Mercurio (Hermes in greco) nel mito è figlio illegittimo di Giove e della ninfa Maya : appena nato abbandona subito la culla in cerca di avventure. Egli quindi nasce autonomo in grado di muoversi e infatti è la facoltà intellettiva e di movimento che consente al bambino la prima forma di libertà rispetto alla madre.
Nel suo girovagare trova una tartaruga e si costruisce una lira col suo guscio per poter cantare e suonare. E' un giocherellone e dimostra anche tanta abilità manuale : quest'ultima è riconducibile al segno della vergine secondo domicilio del pianeta, mentre la spensieratezza è tipica dei gemelli.
Affamato ruba 50 vacche di Apollo suo fratellastro, scoperto nega l'evidenza ma messo alle strette si fa perdonare regalando la lira di sua invenzione ad Apollo. Questo particolare è importante perchè svincola completamente la funzione intellettiva da quella etica. La funzione mercuriale è percezione allo stato puro senza valutazioni di sorta. Essa deve essere veloce, immediata e non può essere intralciata da problemi di coscienza.. D'altronde molte importanti scoperte scientifiche sono utilizzabili per il bene ma anche per la distruzione dell'umanità.
Mercurio riesce a rappacificarsi con Apollo convincendolo a fare uno scambio e infatti il commercio è collegato al segno dei gemelli e della vergine.
Altre caratteristiche di Hermes sono i sandali alati (velocità negli spostamenti) e il caduceo ossia un bastone con due serpenti attorcigliati che rappresenta la funzione di mediatore tra gli dei e gli uomini. Infatti a Mercurio Zeus affida il ruolo di messaggero degli dei per le sue doti di velocità ed imparzialità.
Un'altra funzione di Hermes è quella di stabilire i confini : è il dio dei crocicchi dove troviamo le cosiddette Erme cioè colonne che portano in cima la sua testa. La funzione intellettiva ha infatti bisogno di essere circoscritta da regole codificate ben precise come ad esempio il linguaggio, la scrittura, i numeri, le misure, tutti elementi che permettono all'essere umano di comunicare e quindi di costruire una convivenza sociale.
Ultima non per importanza funzione di Mercurio è quella di "psicopompo": egli ha il compito affidatogli da suo padre Giove di accompagnare le anime nel regno dei morti l'Ade.
Qui egli osserva  ciò che accade e riferisce a Zeus che in questo modo acquista ulteriore saggezza integrando la sua visione d'insieme con il dettaglio mercuriale. Attraverso questa funzione mercurio entra in contatto con plutone dio degli inferi e infatti nello Zodiaco lo troviamo in esaltazione nel segno dello scorpione. Qui Hermes compie un salto di qualità divenendo in grado di collegare ciò che viene da dentro cioè dall'inconscio (plutone) con le percezioni del mondo esterno e di mantenere il contatto e l'equilibrio fra questi due mondi.

Ilaria Ciarletta   Annaluce Maroncelli




martedì 16 ottobre 2012

Beppe Grillo. Quando Urano fa scintille




tema natale


transiti incidente


transiti esilio Rai


Figlio di Piera pianista e di Enrico titolare di una fabbrica Giuseppe Piero Grillo diplomato ragioniere è un cancro, ascendente gemelli, luna in capricorno.
Il sole occupa la terza casa in opposizione alla luna in nona e mercurio è quadrato alla congiunzione marte/nettuno in casa quinta.
Un sontuoso giove in domicilio si trova in VII casa trigono a plutone/saturno congiunti in IV.
La parola, la comunicazione, la provocazione, la vita itinerante sono ben espressi da queste simbologie zodiacali.
Non dimentichiamo la congiunzione venere/urano in gemelli casa I:
Grillo ha più volte mutato il suo modo di proporsi al pubblico in ragione degli ideali che lo ispirano attirando su di sè anche critiche di incoerenza; l'uraniano precorre i tempi guarda al presente e al futuro, mai indietro. E' un idealista che esprime il suo pensiero quando i tempi non sono ancora maturi per accoglierlo. Lo ricordiamo nel 1995 quando respirò vapore acqueo dallo scarico di un'automobile alimentata ad idrogeno. Dopo quasi 20 anni questa tecnologia non si è diffusa sul mercato e il petrolio domina ancora la nostra vita.
Scoperto nel 1977 da Pippo Baudo mentre si esibiva in un monologo comico viene assunto in rai e ben presto raggiunge il successo. In quell'anno Giove transitava sul suo ascendente gemelli e saturno tornava sulla sua posizione natale in leone. La carriera televisiva è fulminante e milioni di persone si affezionano a questo personaggio con i capelli arruffati e il volto tondeggiante.
La sua comicità satirica, diretta, pungente è paradossalmente legata alla enorme carica energetica anche fisica che l'attore ha da esprimere e che a volte non riesce a governare.
Urano/venere all'ascendente, giove al discendente, sole in terza, marte/nettuno in quinta sono un mix esplosivo. La personalità di Grillo ha bisogno di esternersi in modo assolutamente innovativo e anticonvenzionale (urano), comunicando al pubblico (sole/luna in terza e nona casa, giove in settima) le idee e le intenzioni che di volta in volta lo ispirano e nelle quali egli si identifica totalmente (marte/nettuno in quinta).
Non è facile bilanciare energie di questo tipo; infatti il 7 dicembre 1981 Grillo è vittima di un gravissimo incidente nel quale perdono la vita 3 amici fra cui un bambino che erano in auto con lui. Verrà condannato in via definitiva per omicidio plurimo colposo.
Quella sera Marte transitava in quinta in esatta quadratura a venere/urano radix, mercurio era opposto all'ascendente e la luna quadrava l'opposizione sole/luna radix sull'asse terza/nona.
Un secondo episodio certamente umanamente meno grave segnerà l'esistenza del comico genovese.
Il 15 novembre 1986 Grillo viene esiliato dalla Rai in seguito alla storiella dei socialisti qui riportata:
« La cena in Cina... c'erano tutti i socialisti, con la delegazione, mangiavano... A un certo momento Martelli ha fatto una delle figure più terribili... Ha chiamato Craxi e ha detto: "Ma senti un po', qua ce n'è un miliardo e son tutti socialisti?". E Craxi ha detto: "Sì, perché?". "Ma allora se son tutti socialisti, a chi rubano?" » 
In effetti ha anticipato i tempi di quella che 6 anni più tardi sarebbe stata la distruzione del partito socialista di Craxi in seguito a tangentopoli.
Urano di transito in sagittario era esattamente congiunto a giove e opposto a sè stesso. Forse inconsciamente Grillo sentiva che il rapporto contrattuale con la rai cominciava a stargli stretto?
A questo punto la carriera di Beppe Grillo prosegue nei teatri sempre gremiti dello stesso pubblico che lo seguiva in Tv.
Qui la sua libertà espressiva è al massimo, non ha più regole rigide da rispettare e comincia a trattare i temi che nel corso del tempo saranno i suoi cavalli di battaglia: in particolare la lotta contro l'inquinamento ambientale, lo strapotere delle multinazionali e il grande interesse per le energie rinnovabili.
Nel 2005 una nuova svolta: è cominciata l'era di internet e Grillo si rende conto di poter raggiungere il pubblico anche stando comodamente a casa (in fondo è pur sempre un cancro!). Fonda un blog che ben presto diventa uno dei più seguiti anche all'estero.
Per l'apertura del blog Grillo si avvale della collaborazione di un'azienda di strategie di rete la Casaleggio Associati che promuove nuove tecnologie e strategie di comunicazione.
Ricordiamo che per chi ha giove in VII casa come lui le collaborazioni sono una linfa vitale attraverso cui arrivano i risultati migliori. Nel marzo del 2009 a Firenze si svolge il primo incontro ufficiale delle liste civiche promosse da Grillo seguito dalla redazione della cosiddetta Carta di Firenze in cui ogni lista si impegna a sostenere temi ambientalisti e il ritorno alla gestione pubblica dell'acqua.
In autunno nasce il Movimento 5 stelle un vero e proprio movimento politico. In questo periodo Giove di transito è in aquario congiunto al Mc di Grillo ed entro il 2010 anno in cui il movimento si consolida Urano di transito in pesci perfeziona il trigono col sole cancro radix. 
Attualmente è in corso la campagna elettorale per le regionali in Sicilia aperta ufficialmente con la traversata a nuoto del comico dello Stretto di Messina (marte/nettuno).
Ma qual'è il filo conduttore delle tappe della carriera di questo personaggio? A nostro avviso il sole cancro in terza governato dalla luna in nona simboleggiano una capacità di empatia (cancro) con il pubblico (luna) attraverso varie forme di comunicazione finalizzate ad un obiettivo preciso (la luna è in capricorno) cioè cambiare qualcosa nel modo di concepire la società e la  politica in Italia.
In sostanza Grillo riesce ad arrivare, anche grazie al suo plutone/saturno in quarta casa che gli consente di captare gli umori sotterranei della gente, non solo alla testa ma soprattutto al cuore di moltissimi suoi concittadini al sud come al nord.
Questa sua abilità è un potere nelle sue mani e quindi anche una grande responsabilità nei confronti di tutti i suoi sostenitori non a caso plutone leone è congiunto a saturno nel tema natale.
Con l'ingresso di  saturno in scorpione che formerà un trigono prima a mercurio e poi al sole radix, Grillo deve raccogliere la sfida di utilizzare responsabilmente le sue doti a servizio della società e finalizzarle al bene comune, altrimenti ogni provocazione, ogni battuta, ogni grandiosa impresa sarà stata vana.


Ilaria Ciarletta    Annaluce Maroncelli






giovedì 11 ottobre 2012

Aspetti planetari la congiunzione e lo "stellium"



Quando due pianeti vengono a trovarsi nello stesso grado dello Zodiaco o ad una distanza massima di circa 10° si parla di congiunzione. E' un aspetto di grande concentrazione energetica e le forze coinvolte devono collaborare anche se hanno natura diversa. L'aspetto più frequente nel tema natale è la congiunzione del sole con mercurio poichè quest'ultimo si trova ad una distanza tale che può essere solo nello stesso segno solare, nel segno precedente o in quello successivo.
Si chiama stellium la congiunzione di almeno quattro pianeti entro i 10° l'uno dall'altro tutti nello stesso segno dello Zodiaco.
Lo stellium è particolarmente forte se comprende più di quattro pianeti o se coinvolge il sole o la luna.
Può essere definito stellium anche un accumulo di pianeti nella stessa casa in segni diversi nonchè una congiunzione di tre pianeti al Nodo o ad un angolo del tema (ascendente, Mc, discendente, Fc).
Uno stellium di soli tre pianeti  può funzionare ugualmente anche se un pò indebolito purchè siano nello stesso segno.
A sua volta lo stellium può formare altri aspetti con i pianeti ad esempio un trigono con Giove nel qual caso l'aspetto armonico va ad incidere su tutti i pianeti che lo compongono. 
Lo stellium funziona come una grande famiglia molto unita : in occasione dei transiti ,ad esempio una quadratura di saturno ,tutti i pianeti interessati reagiscono con un effetto a cascata per cui non appena si perfeziona la quadratura col primo pianeta dello stellium anche gli altri ne risentono.
A seconda dei tipi di energie (più o meno compatibili) che compongono lo stellium e degli aspetti che esso forma con il resto del tema natale la personalità del soggetto può esprimersi in modo diverso: nei casi migliori vi può essere talento, motivazione, senso della direzione e dello scopo, risolutezza.
Altre volte invece osserviamo ristrettezza mentale, ossessività, egocentrismo, difficoltà a mediare, mancanza di obiettività.
Lisa Morpurgo affermava che l'accumulo (stellium) è tendenzialmente indice di debolezza poichè limita la possibilità di un'equa distribuzione delle forze vitali dello Zodiaco e le rende al tempo stesso più vulnerabili da transiti ed afflizioni collaterali.
Il contrario dello stellium è il pianeta isolato che non forma alcun aspetto nel tema natale: la funzione indicata dal pianeta isolato fatica ad esprimersi e la reazione ai transiti può essere più intensa di quanto accade di solito.




venerdì 5 ottobre 2012

Enzo Tortora storia di un'ingiustizia italiana





tema natale e transiti arresto


progressioni arresto


transiti decesso




Nato a Genova da genitori originari della provincia di Napoli Enzo Tortora vince un concorso in RAI a soli 23 anni. Famiglia borghese, uomo colto e raffinato Enzo è un sagittario ascendente scorpione, luna in cancro.
Il sole insieme a mercurio in scorpione è collocato in I casa in trigono ad Urano in ariete in 5 casa e infatti fin da giovanissimo Tortora dimostra doti di intrattenitore nonchè idee nuove ed originali come autore di programmi televisivi insieme alla sorella Anna.
Il successo non tarda ad arrivare e negli anni '60 Enzo Tortora è uno dei presentatori più noti della RAI insieme a Baudo, Bongiorno e Corrado.
Allontanato dall'azienda nel 1969 per averla definita in una intervista ad un settimanale "un jet supersonico pilotato da un gruppo di boyscout che litigano ai comandi, rischiando di mandarlo a schiantarsi" Tortora lavora per alcune emittenti private in programmi di successo fino a rientrare in RAI nel 1977 con il programma Portobello che batterà ogni record di ascolto mai realizzato fino ad allora. A Portobello Tortora è conduttore, intrattenitore e anche attento ai problemi del sociale come quando dà voce per la prima volta in TV alle donne separate e divorziate cosa che gli attira non poche critiche.
Da questa panoramica si evince che i rapporti con il "potere" non sono idilliaci per lui abituato a esprimere le sue opinioni senza mezzi termini : Plutone è in casa 9 congiunto alla luna e opposto a venere il che determina in lui un bisogno insopprimibile di affermare il suo pensiero rompendo gli schemi preconfezionati ed in ciò è coadiuvato da marte in cancro in casa 8 quadrato a urano che lo rende istintivo nel manifestare il suo pensiero.
Ricordiamo che marte e plutone sono i governatori di mercurio e dell'ascendente scorpione.
Il 17 giugno 1983 Enzo Tortora viene svegliato alle 4 del mattino mentre si trova a Roma in albergo. Avrebbe dovuto firmare il contratto per la 7° edizione di Portobello. E' la polizia in possesso di un mandato di arresto per traffico di stupefacenti e associazione a delinquere di stampo camorristico.
La traduzione in carcere avviene davanti alle telecamere che riprendono le immagini dell'uomo ammanettato ormai divenute "famose".
Che cosa succede? Il Sole sagittario di Tortora è quadrato a nettuno in X casa il che rappresenta un problema di costruzione dell'identità attraverso un'attività nettuniana ossia al servizio della società (nettuno in vergine al Mc). L'archetipo di Nettuno in questo caso si manifesta con la "necessità" di diventare un simbolo collettivo della malagiustizia italiana. Il sacrificio insito nella simbologia nettuniana si realizza attraverso la brusca interruzione della carriera del presentatore e il suo ingresso nel mondo degli "ultimi" e degli "emarginati" . Tortora è la vittima (altra simbologia nettuniana) di false dichiarazioni di presunti pentiti della camorra.
Il giorno dell'arresto giove e urano transitano sul sole radix in sagittario in quadratura con nettuno radix. La luna è in vergine congiunta a nettuno. Il capovolgimento della sua esistenza avviene all'improvviso (urano) e sotto gli occhi di tutta l'Italia e del suo pubblico (giove e luna).
Nelle progressioni dell'arresto l'ascendente progresso in sagittario è congiunto a saturno (limitazione fisica e morale); il sole progresso in acquario quadra esattamente giove in toro governatore del sole stesso e simbolo di "giustizia". La luna progressa sta tornando sulla posizione natale in cancro ricongiungendosi a plutone in casa VII.
Questa posizione progressa della luna e di plutone ci chiarisce l'ambito in cui Tortora deve combattere: si tratta di una lunga battaglia per difendersi da un clamoroso errore giudiziario e per ristabilire la verità e la giustizia (casa settima).
Condannato in primo grado a 10 anni di reclusione, il 15 settembre 1986 Enzo Tortora viene assolto con formula piena dalla Corte di Appello di Napoli che smonta le accuse dei camorristi processati poi per calunnia.
Ricordiamo la sua difesa che è un atto di accusa verso i giudici:
Io grido sono innocente , lo grido da tre anni, lo gridano le carte, lo gridano i fatti che sono emersi da questo dibattimento! Io sono innocente, spero dal profondo del cuore che lo siate anche voi..
Il 20 febbraio 1987 Tortora torna in televisione con il suo Portobello e con la celebre frase "Dunque dove eravamo rimasti?".
Il volto è già scavato dalla malattia che lo ha colpito nel frattempo: tumore polmonare. Il sistema immunitario provato dallo stress si sta ribellando. Il pubblico lo accoglie con una commovente "standing ovation". Il 17 giugno 1987 l'assoluzione definitiva in Cassazione a 4 anni esatti dall'arresto.
Il decesso del presentatore avviene in casa il 18 maggio 1988.
Urano, Saturno e Nettuno transitano in capricorno in trigono a nettuno radix e opposti a marte in cancro in casa 8. Plutone è in 12 casa in scorpione congiunto all'ascendente ( trasformazione fisica ).
La lunga lotta è finita, è giunto il momento di andare..

Ilaria Ciarletta    Annaluce Maroncelli





giovedì 4 ottobre 2012

Nel segno della Bilancia



   Il segno della Bilancia inizia con l'autunno, i giorni e le notti si equilibrano nella durata (equinozio d'autunno), la natura inizia una fase di riposo, si avvia il grande ciclo involutivo della vegetazione, in questo segno è simbolicamente il punto mediano dell'equilibrio assoluto fra principio di evoluzione e quello della involuzione, ben rappresentato dall'immagine simbolo della Bilancia che misura, nei due piatti, i due pesi e le due misure. Questo simbolo realizza l'unione delle forze, delle persone, delle immagini, unisce le anime, i sentimenti come proiezione dell'unità indipendente in un'altra unità allo scopo di realizzare il doppio. Il glifo è composto da due linee orizzontali dove la superiore contiene nel centro un piccolo semicerchio molto simile al geroglifico egizio dell'equilibrio. In questo segno l'uomo integra il proprio Io con il Tu scoprendo le leggi della "societas" della polis, dell' unione tra due persone, ed è soltanto nella realizzazione dell'altro, nella conoscenza del Tu che il tipo Bilancia realizza pienamente il proprio essere, per ottenere questo deve necessariamente cercare il contatto con l'altro, conoscerlo, soffrire l'incertezza dell'incontro, rischiare una delusione e soffrire per realizzare l'unione. Il mito di Eros e Psiche è quello più idoneo a delinearne il significato più profondo, poichè in esso c'è la ricerca dell'immagine ideale del Tu che non sempre nel reale avviene come proiezione, ma deve avere una propria autonomia evolutiva. La leggenda narra che Psiche sposa Eros Dio dell'Amore e insieme vivono in un luogo oscuro dove le è impossibile distinguere le forme dell'amato. Psiche è desiderosa di vederlo anche se ciò non è possibile per veto divino. Cede al desiderio e accende la propria lanterna a olio (lampada del sapere) cosi' da illuminare lo sposo, ma mentre si piega per guardarlo meglio, l'olio  versato sveglia Eros che infuriato per la disubbedienza commessa dalla sposa la abbandona. Da quel momento inizia il desolante peregrinare di Psiche alla ricerca del suo amato. E' tanto disperata per ciò che ha stoltamente perso che tenta il suicidio gettandosi da una rupe. Ma una voce le viene in aiuto indicandole cosa fare: scendere negli inferi per cercare l'otre dei profumi magici di Persefone superando i numerosi ostacoli infernali, ne viene in possesso, ma ancora una volta è incauta, il cofano si apre e i profumi si dissolvono lasciandola esanime. Eros impietosito interviene e con l'aiuto degli Dei la riconduce nell'Olimpo ove la sposerà. Questa simbologia sembra significare l'impossibilità di trovare nella natura umana l'equilibrio ideale. il concetto dell'equilibrio e della giustizia si riflettono astrologicamente nella presenza di Venere quale pianeta governatore del segno e Saturno in esaltazione: l'amore e la giustizia, il sentimento e il rigore della ragione si fondono per evitare il "disordine".
 E' il secondo segno della triplicità d'aria ed è un segno cardinale. il tipo Bilancia è prevalentemente un nervoso sentimentale, generalmente socievole, affabile, molto controllato sul piano formale. La sua sfera affettiva viene spesso manifestata con calore e intensità: Teme molto le offese provenienti dall'esterno, spesso si sente ferito o depresso, la delusione è un tratto caratteristico. Il suo istinto sociale è molto forte, adesione e coesione sono tratti caratteristici. Armonia, grazia, intelligenza e creatività sono qualità peculiari e illuminate dal suo governatore Venere.                      

I. Ciarletta   AL. Maroncelli


 

Follow by Email

Translate